martedì 5 ottobre 2021

  Programma di vaccinazioni autunnale

Aggiornato al 5 ottobre 2021


Le vaccinazioni rimangono uno degli strumenti di prevenzione più efficaci che la medicina possiede. Trattandosi di prevenzione primaria (un'azione volta a prevenire la malattia prima che questa si instauri), è comprensibile come debba essere il "pane" dell'assistenza primaria e del Medico di Famiglia in particolare.

Anche quest'anno la campagna vaccinale antinfluenzale si terrà idealmente dai primi giorni di novembre fino a metà dicembre (alcuni studi mostrerebbero che non sia ideale vaccinarsi troppo presto, in modo da preservare la copertura anticorpale anche nel periodo primaverile).

Recentemente è stata approvata anche la possibilità di eseguire la vaccinazione antinfluenzale contestualmente a quella contro il Covid19 (III dose). Non si sa, tuttavia, se i centri vaccinali seguiranno questa linea.

Mi adopererò per vaccinare tutti i pazienti con più di 65 anni o con malattie croniche (quelle previste). Chi avesse effettuato la vaccinazione antinfluenzale l'anno scorso può considerarsi automaticamente prenotato.

Quando saprò con certezza la data delle forniture di vaccini da parte di ATS, organizzerò le sedute vaccinali (ancora da stabilire se in studio o all'oratorio) e comunicherò le modalità di adesione.

Invito pertanto a non telefonarmi o scrivermi ora su questo argomento: le informazioni che avrò saranno riportate qui.



Brevi cenni sulla vaccinazione anti-Covid19:

- La variante Delta si è rivelata molto più insidiosa di quella nativa. Nonostante alcune debolezze, il vaccino si è mantenuto efficace sui parametri importanti.

- In particolare, il vaccino riduce il rischio di ospedalizzazione e morte di almeno 11 volte. Ha permesso di mitigare l'ondata di agosto ed è il primo fattore grazie al quale abbiamo ripreso una vita pseudonormale.

- Seppur non garantendo la totale protezione dal contagio, un vaccinato ha meno probabilità di infettarsi e meno probabilità di infettare (ha una carica virale inferiore e per meno tempo). Questo è, in soldoni, il razionale del green pass.

- In Lombardia si è vaccinato circa l'82% della popolazione (l'88% dei maggiori di 12 anni). Gli effetti avversi gravi sono stati rarissimi e, la stragrande maggioranza di essi sono stati reversibili.

- dai dati di Israele, paese apripista, si è osservata una riduzione dell'efficacia del vaccino, dopo 6 mesi dall'immunizzazione. Per questo motivo si sta programmando una III dose, attualmente prevista per i pazienti immunodepressi (come completamento del ciclo vaccinale a distanza di un mese dalla II) e per gli over80, a sei mesi di distanza dalla II dose. Con la III dose, l'efficacia vaccinale è risalita a percentuali prossime al 95%.

- Per prenotare la III dose è necessario ripetere la procedura sul portale di Regione: 

 https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/